Skip to Main content Skip to Navigation
Books

Antonin Artaud. Realtà e poesia

Résumé : L'utopia di Artaud è stata di scrivere una poesia pura del Reale, termine lacaniano che, prendendo le parole di un poeta, Zanzotto, si può sostituire con "il mondo caotico, ribollente e amorfo insieme, che precede la parola stessa". Infatti Artaud, sempre secondo Zanzotto, "ci mette davanti alla continua ricaduta del magma che tende a farsi parola all'interno del mondo". Pierre Bruno, uno dei più autorevoli lacaniani francesi, offre una lettura originale e precisa di Artaud, accompagnata da illuminanti riferimenti a Lacan, i quali dimostrano una certa convergenza tra le loro scritture: "la posizione di Artaud non solo non è in contrapposizione con la scoperta freudiana, ma anticipa a suo modo l'incompatibilità tra desiderio e parola che condurrà Lacan a rinunciare all'epifania di una parola piena o vera". Prefazione e cura di Alberto Russo.
Document type :
Books
Complete list of metadata

https://hal.univ-lorraine.fr/hal-02979504
Contributor : Alberto Russo Previtali Connect in order to contact the contributor
Submitted on : Tuesday, October 27, 2020 - 10:49:28 AM
Last modification on : Friday, October 29, 2021 - 3:11:23 AM

Identifiers

  • HAL Id : hal-02979504, version 1

Citation

Pierre Bruno, Alberto Russo Previtali. Antonin Artaud. Realtà e poesia. Alberto Russo Previtali. et al., ‎ 217 p., 2011, ‎ 978-8864630434. ⟨hal-02979504⟩

Share

Metrics

Record views

23